Latteria Perenzin
 

L’accoppiata “cacio e vino” può raggiungere livelli di grazia ovunque. Ma soltanto quassù, tra le colline dell’Alta Marca Trevigiana, i due elementi si uniscono in un intimo matrimonio. Il formaio imbriago prima di arrivare in tavola è già intriso di aromi della vendemmia. ...L’imbriago non si accompagna a un vino qualsiasi, ma preferisce un prosecco passito come il Duca di Dolle della cantina Bisol di Valdobbiadene. Perfetto anche con il Castel, formaggio prodotto secondo tecniche medievali della Latteria Perenzin di San Pietro di Feletto. Spiegano Emanuela e Carlo, quarta generazione del caseificio pluripremiato: “Abbiamo cercato di ricreare quello che poteva essere un formaggio mille anni fa. Sicuramente il latte era crudo con elevata acidità e, al momento della cagliata, diventava un ottimo conservante naturale”. Il risultato è che il Castel, fresco o stagionato fino a sei mesi, è molto digeribile a dispetto del sapore importante, che si esalta con pane alle noci e un po’ di miele di castagno...

> apri l’articolo completo (PDF, 356 K)