Latteria Perenzin
 

Come vuole la tradizione la mostra dei Vini di San Pietro di Feletto, arrivata ormai alla trentaquattresima edizione, conclude il fortunato ciclo della Primavera del Prosecco. Bisogna riconoscere che tra i tanti appuntamenti la mostra allestita presso l’Eremo camaldolese di Rua si mette in evidenza per la cura dell’allestimento, per la scelta dei vini serviti da esperti sommelier e per l’ottima organizzazione profusa dai soci della Pro Loco guidati dalla presidente Luciana Pradal. Tra le proposte enogastronomiche della manifestazione va segnalata la serata dedicata ai vini e ai formaggi del territorio che ha riscosso un notevole successo di partecipanti e di gradimento. Non è un caso; San Pietro di Feletto infatti ha la fortuna di essere patria della famiglia Perenzin, produttori di formaggi da generazioni, conosciuti e stimati per i loro prodotti non solo in Italia ma anche all’estero (le loro caciotte di capra le potete trovare nei famosi magazzini Harrods di Londra). È stato sufficiente abbinare, ovviamente con cura e competenza, i formaggi di Perenzin con i vini del territorio per ottenere una cena originale e prelibata. Un esempio che potrebbe servire da lezione per quei ristoranti e agriturismi che spesso propongono pietanze stravaganti e pasticciate ignorando i buoni, semplici e freschi prodotti che si possono trovare fuori della porta di casa. Brava la Pro Loco; Bravi i Perenzin. Speriamo che qualcuno impari la lezione.

Alessandro De Bastioni